Menu
Kazakhstan / Viaggi

Lo Spettacolare lago Kaindy

Il favoloso e unico nella sua bellezza Lake Kaindy attira con i suoi enigmi non solo i residenti di Almaty, ma anche i turisti di altri paesi. Chiunque abbia mai visitato questo bellissimo lago, si è sempre chiesto: “Cosa c’è sott’acqua?”

La strada per il lago scorre attraverso un bosco di betulle che accarezza gli occhi. Questi alberi aggraziati e sulle pendici della gola sono adiacenti all’abete sempreverde. Ovviamente, questo ha dato il nome al lago. Kaindy è tradotto dalla lingua kazaka come “betulla”.

Nel lontano 1911, il 4 gennaio, si verificò un forte terremoto sui monti Kungei Alatau. Un’enorme frana ha creato una diga e bloccato il fiume di montagna. La gola e il secolare abete tanshan che cresce sui suoi pendii furono inondati d’acqua. Così la natura ha creato questo bellissimo lago ad un’altitudine di 1.800 metri sul livello del mare.

Una foto del lago Kaindy

Alcune informazioni piu’ dettagliate

La natura circostante è oltre ogni descrizione. Qui, in una giornata calma, nonostante gli uccelli cantino e un alito di vento appena udibile, la consapevolezza arriva su ciò che sono il vero silenzio, l’armonia, la pace e la tranquillità. Sembra che Kaindy comunichi a livello inconscio con tutti coloro che sono venuti a vedere questo magnifico lago.

La calma distesa di smeraldo del lago, che brilla di luce mistica, e i tronchi di abete rosso gigante che sovrasta la sua superficie sono semplicemente mozzafiato. Simile agli alberi delle navi affondate, attingono in profondità nel lago con il loro segreto.

Chi ha scoperto questo lago per la prima volta non è noto alla storia. I vecchietti dicono che un cacciatore gli si imbatté in. Inizialmente, la profondità del lago era di circa 40 metri, ma dopo un’altra “scossa” naturale nel 1980, l’acqua se ne andò. In inverno, lo specchio d’acqua è completamente coperto da uno spesso strato di ghiaccio, che blocca i tronchi secchi in cattività.

In che modo la natura ha creato tutto questo splendore? Secondo Vasily, il lago si trova nel letto del fiume, il lago scorre e l’acqua al suo interno non ristagna. Il fiume trasporta limo e piccole particelle di rocce e giganti di conifere fungono da filtri. Queste particelle si depositano sui rami e si appendono con splendide ghirlande. Per alcuni, questa immagine ricorda le stalattiti.

Una passeggiata attraverso la misteriosa foresta sottomarina non lascerà indifferente nemmeno un sub esperto, e per un principiante è sia una paura inspiegabile che una delizia indescrivibile.

Abbiamo deciso di rimanere su Kaindy durante la notte per goderci la bellezza del cielo stellato. La vista del cielo stellato in montagna, senza dubbio, è in grado di impressionare un abitante della città. Qui, lontano dai grandi insediamenti, nella chiara aria di montagna e anche a un’altezza di un paio di chilometri sul livello del mare, tutto è completamente diverso dalla città. Se lì, sotto, le stelle erano fioche, la loro luce si diffondeva a malapena nella foschia e si perdeva sullo sfondo dell’illuminazione della città, qui in una notte limpida il cielo è punteggiato da miriadi di luci più luminose.

Si scopre che la Via Lattea non è affatto un’invenzione degli astronomi. Eccolo, proprio sopra la tua testa! E, naturalmente, volevamo vedere meglio tutta questa bellezza, trovare costellazioni familiari, trovare pianeti e nebulose distanti tra le stelle. Siamo stati anche fortunati a vedere una cometa che vaga dalle profondità dello spazio, a vedere centinaia di stelle cadenti e esprimere un desiderio – di tornare di nuovo a Kaindy nella foresta allagata il prossimo anno e scoprire come è sott’acqua.

No Comments

    Leave a Reply