Menu
BLOG / Kazakhstan / Pensieri / Studi storici

La torre di Bayterek a Nur-Sultan

Il monumento alla torre di Baiterek è un po’ il simbolo della città di Astana, ribattezzata Nur-Sultan.
Il monumento ricorda un nido e allo stesso tempo l’albero della vita, simbolo della mitologia turca e della connessione tra i due mondi.

Disegnando questo monumento, il Presidente si è basato sull’antica leggenda kazaka di Samruk, un uccello sacro e mitologico. Si dice che chi riesca a vederlo avra’ molta fortuna in vita.
Il monumento inoltre incarna la connessione tra secoli, passato e presente del Kazakistan e tra il mondo di sopra ( che in termini cristiani possiamo chiamare paradiso ) e il mondo di sotto ( inferno ).

Le radici di Baiterek sono sotterranee negli Inferi, dove vivono tutti i tipi di spiriti malvagi e i diavoli. Il tronco di Baiterek è il Mondo di mezzo abitato da persone e animali, eroi, khan, ricchi e poveri. E, infine, la cima è il mondo superiore, dove vivono uccelli, angeli e le divinita’. Si dice che se il monumento di Baiterek dovesse distruggersi ci sara’ qualche catastrofe nel mondo.

La corona di Baiterek è il nido di Samruk, un uccello gigante che ricopre il cielo e con un’ala e incontra il sole all’alba con un’altra ala il tramonto. La sfera di vetro, situata in cima al monumento, è l’uovo dell’uccello Samuryk, simbolo dell’eterna vita nascente.

La sfera è fatta di un particolare vetro con effetto “camaleonte” poiché la sua tonalità di colore cambia con i raggi del sole. Tutti i materiali utilizzati nella costruzione sono stati prodotti in Kazakistan, solo il vetro è stato consegnato dalla nostra Italia.

No Comments

    Leave a Reply